A Trento, purché…..

Ci siamo.

Ci sono.

A Trento, finalmente.

Per chi non è di qua ed è amico di Mario ormai da un bel pezzo, è comunque una comprensibile emozione passare per queste vie, per queste piazze dove è vissuto e cresciuto lui, entrare nel Duomo dove è stato ordinato sacerdote, respirare l’aria dei monti che ha amato e ha raccontato in modo così vivo che sembra di esserci già stati, anche se uno li vede per la prima volta.

Pure essendo ospite di questa città bellissima e di questa gente , uno si sente, per parentela  borzaghiana acquisita , un po’ a casa anche lui. E l’atmosfera della attesa, della festa incipiente e della contentezza e dell’affetto personale, potrebbero giocare un brutto scherzo e farmi pensare di essere arrivato anche io, nel mio minimissimo, alla fine di un cammino. Di avvicinamento se non altro.

Eppure, anche se mi spiace tanto dirlo, non è così. Ci pensa Mario, come al solito, ad essere concreto, realista, vero. Poche parole scritte qualche  mese prima di essere tolto di mezzo  me lo fanno capire :

Egli (Gesù) ti nutrirà di vita divina e di vita d’amore, purché tu sia completamente disposto a dimenticarti e a disinteressarti delle cose tue.” ( 30.3.60)

Esatto.

C’è un PURCHE’. L’ho messo in neretto, in grassetto, sottolineato: per dire che è grosso come una casa, questo purché. In soldoni, come vorrebbe il neobeato: Mario, domenica, potrà per davvero darmi una mano e una marcia in più ad avvicinarmi di un pelino al nostro comune Amico. Assicurandomi di questa verità che ha sperimentato lui stesso: ti nutrirà di vita divina e di vita d’amore. Roba che, se accostata anche solo un attimo a un bestione come io sono, mi da immediatamente le vertigini,tanto è alta , incredibile e spettacolosa, spiritualmente parlando.

Solo che c’è di mezzo quel coriaceo purché : che io sia  completamente disposto a dimenticarmi  e a disinteressarmi delle cose mie.

Che botta.

Ma che verità: Vangelo puro.

Mario non lascia scappatoie: non ne ha mai lasciate a sé, figurarsi se lo fa con me.E non ne lascia perché non ce ne sono.

La decisione è mia, la scelta tocca a me, a me il pallino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...