Nè più nè meno.

“Gesù vuole la mia opera, ma come la vuole Lui, né più né meno”.

(3 dic. 1956)

 

Quattordici parole, un programma di vita.

Non manca il dono della sintesi, al Borzaghino.

C’è tutto.

La chiamata: Gesù vuole.

Il suo perché : la mia opera.

La sua natura personale e specifica: l’opera di cui Gesù ha bisogno è la mia.

Lo spirito del Getsemani: ce lo ricordiamo bene, no? “Non come voglio io, ma come vuoi TU”. Eccolo qui, trasposto: ma come la vuole Lui.

La firma inconfondibile di Mario: né più, né meno. Tradotto: il resto conta un tubo.Punto.

E con questo, buone Palme a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...