Le pulci al circo Barnum.

Più girovago per il caravanserraglio della comunicazione cattolica (e sul mondo cattolico) tra radio, giornali, tv e il mare magnum della rete, più apprezzo Mario Borzaga.

Paragonare una qualunque delle sue parole, scritte nel segreto di un Diario e nel nascondimento -di una casa di formazione o di un villaggio sperduto in pieno Laos poco importa- al cicaleccio saccente e ripetitivo che dilaga come la gramigna nel nostro oggi, è salutare e istruttivo più di cento saggi.

Significa paragonare la sostanza di chi parla per comunicare quello che vive e la fuffa di chi parla per propagandare quello che pensa. Si dirà : ma quello che uno pensa, non è mai fuffa. Dipende. Se si è in campo di fede, di Chiesa e di Cristo, quello che io personalmente penso è fuffa al 100%. Della categoria : “importantissima per me, del tutto inutile, se non dannosa, per tutti gli altri.”

Lo spettacolo di queste pulci, pulcette e pulciotte che , facendosi  magari forti di una qualche rendita di posizione professionale ( giornalisti, blogganti, teologicoidi, uomididichiesaconvintidiesserlorolachiesa) o per pura megalomania da web e impunità da anonimato da rete, trascinano il loro panchetto al centro della scena , ci si inerpicano sopra, e sparano assurde lezioncine all’orbe terracqueo della cattolicità, è quanto di più distante dalla concretezza e dall’umiltà fangosa dei cristiani autentici, quale Mario (ora lo possiamo dire con il bollino della ufficialità) è.

Fioriscono dibattiti, infuriano polemiche, fiammeggiano epiteti nei confronti del papa di turno. Signori Nessuno integrali si ergono a novelli Giovannibattisti della cristianità. Omuncoli e donnucole in preda a una frustrazione crescente contrabbandano dolosamente  il loro ego in astinenza di considerazione per ispirazione divina.  Gli effetti, a saper guardare con un minimo di distacco, sono di una comicità grottesca irrefrenabile.

Peccato che , per dar la possibilità a questi parassiti tritaparole e succhiaenergie di campare paciosamente nei loro gusci occidentalissimi, borghesissimi, comodissimi e protettissimi, a fare anche la macchietta dei perseguitati eroici ed incompresi, ci siano state ( e ci siano ancora) folle di gente come Mario che il Vangelo l’ha vissuto e ci ha versato sopra sangue : non aria fritta e rifritta.

Il che fa passare di botto la voglia di ridere e genera invece una certa, persistente, nausea.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...