Appassionato.

È inutile commuoversi davanti ai santi, bisogna imitarli.
La realtà di essere santi è infinitamente superiore all’immaginazione di diventare santi in questa o in quella maniera…. Leggendo vite di santi e libri spirituali, ci eravamo tracciati il nostro cammino, avevamo chiesto le tali grazie: ma poi ci siamo accorti di essere andati avanti senza di noi, per una strada che solo Gesù sapeva.
Le figure degli apostoli mi piacciono immensamente, mi ispirano un fascino senza pari. Uomini dominati, soggiogati dall’idea del Cristo, uomini vivi e operanti solo per l’Amore; uomini che, veduto una volta il Cristo, non se ne sono più dimenticati e sono andati a predicare la sua parola d’amore in ogni terra; uomini coi loro difetti, ma tormentati, appassionati dalla Croce, dalla sofferenza di Colui che è morto per la nostra salvezza, per il nostro Cielo. 
Tutto è normale, anche le mie cadute e dissipazioni: non ho che da abbracciare la croce e ripartire.
Come Gesù mi possa rendere felice nella sofferenza è affare suo, non mio: a me basta sapere che l’ha categoricamente promesso nel Vangelo.
Mario Borzaga, pensieri vari dal “Diario di un uomo felice”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...